L’evoluzione delle membrane traspiranti

L’evoluzione delle membrane traspiranti

Le origini: Fin da subito ci si è accorti che qualcosa andava sistemato e migliorato e che i prodotti utilizzati non potevano sostenere a lungo il confronto con radiazionisolari e temperature tipiche del clima mediterraneo.
Attraverso studi e test sui materiali si è passati quindi a trattare i tessuti in polipropilene con prodotti specifici stabilizzanti ai raggi UV, passando dal 2% dello “standard” centroeuropeo al 4/5 % che necessitano le zone climatiche più calde.
Anche il film funzionale centrale è stato notevolmente migliorato, riducendo quasi totalmente il contenuto

di polvere di gesso, mantenendo una traspirazione ottimale (Sd 0,02 m) ma garantendo un notevole miglioramento delle prestazioni di resistenza ai raggi UV e alle temperature: 

No Comments

Post a Comment